Get Adobe Flash player

Carissimi,

una edizione davvero speciale quella di quest’anno.

Dopo i saluti dell’Assessore al Walfare del Comune d Firenze Sara Funaro e del Cardinale Arcievescovo Giuseppe Betori insieme al tradizionale canto d’apertura, il moderatore dell’incontro Stefano Parati ha ceduto la parola agli invitati per porgere la loro testimonianza di gratuità.

Suor Laura Girotto, fondatrice in Etiopia della missione Kidane Mehret Adwa, ha raccontato la sua straordinaria esperienza. Un luogo, quello della sua missione, povero, privo di qualsiasi servizio sanitario.

Ad Adwa in Etiopia Suor Laura ha costruito dal nulla una scuola frequentata da circa 1500 bambini e da qualche anno è impegnata nella costruzione di un ospedale all’avanguardia, mostrando in merito una serie impressionante di immagini.

Alla conclusione dell’intervento, un sentito applauso del pubblico.

A seguire il medico italiano Gianpaolo Fasolo, presidente dell’associazione Aspos, ha anch’esso raccontato la sua esperienza e come da alcuni anni si reca ad Adwa per sostenere l’opera di Suor Laura.

Ha proseguito il Presidente del Banco Alimentare della Toscana, Leonardo Carrai, per comunicare i risultati della XXI Giornata Nazionale della Colletta Alimentare svoltasi il 25 novembre scorso.

Il Provveditore della Arciconfraternita della Misericordia di Firenze Andrea Checcherini ha poi letto le motivazioni del premio della gratuità “Don Paolo Bargigia”, consegnando la targa premio all’associazione “La Ronda della Carità e della Solidarietà”, nata a Firenze nel 1993 e che aiuta coloro che dormono in strada e vivono in stato di povertà.

Come spiegato nel suo breve saluto di ringraziamento, la Presidente Marisa Consilvio, i volontari dell’associazione portano ogni sera cibo, bevande, coperte e indumenti a chi ne ha bisogno. Con gli anni, il gruppo è cresciuto e oggi opera oltre che a Firenze in molte altre città italiane. In 24 anni di attività sulle strade, l’associazione ha coinvolto più di 3mila volontari, distribuendo oltre 500mila pasti. Altri 15mila pasti sono stati distribuiti all’Albergo popolare grazie al progetto “Senza spreco”, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, che recupera il cibo non consumato nella mensa universitaria Calamandrei.

Infine, novità di quest’anno, il premio nazionale “Comunicare la gratuità” vinto da un giornalista che ha saputo raccontare meglio il lato altruista della società. Un concorso nato per dare nuovo risalto alle buone notizie, quelle che spesso non guadagnano le prime pagine dei giornali, ma che meritano di essere raccontate.

Cristiana Guccinelli del Cesvot ha letto la motivazione del premio e ha consegnato la targa premio alla giornalista Beatrice Bertozzi per il suo articolo “Il pagliaccio italiano che fa sorridere i bambini tra le macerie di Aleppo est”, pubblicato su The Post Internazionale.

La storia di un clown, Marco Rodari, che da dieci anni viaggia tra Gaza, l’Egitto, Baghdad e la Siria per portare sorrisi ai bambini. Un racconto emozionante su come i bambini affrontano la guerra e sul coraggio dei volontari che insieme a lui e all’associazione “Per far sorridere il cielo” aiutano i più piccoli a superar,e i traumi fisici e psicologici causati dai conflitti.

Marco Rodari ha voluto ringraziarci per il premio inviandoci un breve video del suo intervento in Siria e che, a conclusione del convegno, abbiamo mostrato al pubblico.

Qui sotto il link all’edizione Tg Toscana dove si parla dell’evento a partire dal minuto 3.55.

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-42224b03-cd23-4843-b17f-1bcece0ca937.html

 

Alla prossima edizione!

 

 

 

 

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live-MSN
  • MySpace
  • Print
  • Twitter
  • YahooMyWeb